Contributi a pubbliche amministrazioni per il Programma sperimentale nell'ambito del piano di edilizia residenziale per il biennio 2004-2005 per la realizzazione di interventi di edilizia sperimentale finalizzati all’uso di nuove tecnologie anche nel campo della bioedilizia e/o alla realizzazione di residenze idonee a particolari esigenze abitative che richiedono studio di tipologie edilizie ed architettoniche non usuali


Descrizione
La Regione con Deliberazione del Consiglio Regionale n. 168 del 2 febbraio 2005 ( B.U.R. n.17 del 17.2.2005) di approvazione del piano di edilizia residenziale per il biennio 2004-2005, ha previsto la concessione di contributi in conto capitale, a beneficio di operatori pubblici e privati per la realizzazione di interventi di edilizia sperimentale. Con D.G.R. n. 430 del 22.3.2005 (B.U.R. n.33 del11.4.2005), è stata riservata la somma di € 6 milioni per il finanziamento di interventi sperimentali sui seguenti temi : - Bioedilizia e risparmio energetico - Tipologie abitative accessibili per particolari categorie sociali dotate di scarsa funzionalità psichica e/o fisica - Tipologie abitative miste studenti e anziani. La stessa delibera stabiliva modalità e procedure per la selezione degli interventi attraverso l’indizione da parte del dirigente della P.F. edilizia privata, edilizia residenziale pubblica e sociale di avviso pubblico. A seguito dei tre bandi sperimentali indetti dalla Regione di cui ai decreti DPF-EPR09 nn.71/2006, 72/2006 e 73/2006, la Commissione preposta alla selezione degli interventi ammissibili a finanziamento tra le 13 proposte pervenute, ha individuato i seguenti progetti: 1.Tema sperimentale: “bioedilizia e risparmio energetico”: ERAP DI ANCONA Intervento nel Comune di Ancona, P.zza Aldo Moro Costruzione di n.30 alloggi destinati alla locazione permanente. 2.Tema sperimentale “accessibilità architettonica”: COMUNE DI MACERATA Intervento nel Comune di Macerata, località Collevario Costruzione di n.32 alloggi destinati alla locazione permanente. 3.Tema sperimentale “residenze miste studenti - anziani”: COMUNE DI CIVITANOVA Intervento nel Comune di Civitanova Marche, via Almirante Costruzione di n. 24 alloggi e n. 31 posti letto in residenze collettive, destinati alla locazione permanente. I singoli Protocolli d'Intesa (secondo quanto previsto nei citati bandi) siglati tra Gli Enti proponenti e la Regione stabiliscono le modalità di concessione del contributo provvisorio e definitivo, nonché le modalità di erogazione dello stesso. Attualmente risulta completato e liquidato l'intervento relativo al Comune di Civitanova Marche.
RiferimentiNormativi
- Legge 179/1992 -Deliberazione del Consiglio Regionale n. 168 del 2 febbraio 2005 ( B.U.R. n.17 del 17.2.2005) - D.G.R. n. 430 del 22.3.2005 (B.U.R. n.33 del11.4.2005)
Struttura responsabile dell'istruttoria
Urbanistica, paesaggio ed edilizia
Struttura competente all'adozione del provvedimento finale
Urbanistica, paesaggio ed edilizia
Recapiti del responsabile dell'istruttoria
Massimo Spigarelli SERVIZIO TUTELA, GESTIONE E ASSETTO DEL TERRITORIO Posizione di Funzione Urbanistica, Paesaggio, informazioni territoriali, edilizia ed espropriazione Città: Ancona; Indirizzo: via Tiziano 44; Telefono: 0718063955 ; Sede: Palazzo Leopardi ; e-mail: massimo.spigarelli@regione.marche.it PEC: regione.marchepaesaggioterritorio@emarche.it
Responsabili del procedimento
Nome Cognome
Massimo Spigarelli
Soggetto sostituto in caso di inerzia
Nome e cognome:
Dirigente del Servizio Tutela, Gestione e Assetto del Territorio Arch. Nardo Goffi
Recapito:
Tel: 0718067303 email: nardo.goffi@regione.marche.it
Link agli atti e documenti da allegare all'istanza (modulistica)
Modalità per richiesta informazioni da parte degli interessati
http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Edilizia-e-Lavori-Pubblici/Programmi-regionali-Housing-Sociale#1760_Programmi-sperimentali-:
Termine conclusione procedimento
Stabilito nel Protocollo d'Intesa
Conclusione finale del procedimento con il silenzio-assenso/dichiarazione dell'interessato
Provvedimento espresso
Strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti all'interessato
Ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale nel termine perentorio di 60 giorni dalla data di notificazione o di comunicazione in via amministrativa dell'atto o da quando l'interessato ne abbia avuto piena conoscenza. In via alternativa ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, limitatamente ai motivi di legittimità, nel termine perentorio di 120 giorni dalla data di notificazione o di comunicazione in via amministrativa dell'atto e da quando l'interessato nel abbia avuta piena conoscenza
Link al servizio se disponibile in rete
http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Edilizia-e-Lavori-Pubblici
Modalità per effettuare i pagamenti alla Pubblica Amministrazione
Soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia
Dirigente del Servizio Tutela, Gestione e Assetto del Territorio Arch. Nardo Goffi
Data pubblicazione
29/06/2020 15:00:09

Torna alla lista Avvia pratica