Controlli sulle Imprese


Nome Descrizione Riferimenti normativi
"Misure urgenti per favorire la liquidità nelle aziende vitivinicole a seguito dell’emergenza epidemiologica COVID-19 attraverso un aiuto allo stoccaggio temporaneo dei vini di qualità” - SECONDO BANDO. L’intervento consiste nel pagamento di un aiuto ad azienda per far fronte alla riduzione di liquidità e garantire che le perturbazioni causate dall’epidemia di COVID-19 non ne compromettano la redditività, basato sullo stoccaggio di vino a denominazione di origine (DOC/DOCG) o a indicazione geografica (IGT) delle Marche (certificato o a atto a divenire), così come definito all’Allegato VII, parte II punto 1. del regolamento (UE) n. 1308/2013. Il quantitativo di vino da avviare allo stoccaggio rappresenta esclusivamente il parametro per quantificare il fabbisogno di liquidità della singola impresa che, in normali condizioni di domanda e offerta di mercato, avrebbe trovato garanzia di sufficiente liquidità attraverso la commercializzazione dei prodotti, già programmati per un determinato livello qualitativo, nell'ambito della normale organizzazione aziendale. L.R. 3 giugno 2020 n. 20 “Misure straordinarie ed urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 per la ripartenza delle Marche” - Comunicazione della Commissione europea «Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID-19» del 19 marzo 2020,pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea C 91 I del 20 marzo 2020, come modificata dalle comunicazioni della Commissione europea del 3 aprile 2020 e dell’8 maggio 2020, pubblicate rispettivamente nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea C-112 I del 4 aprile 2020 e nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea C 164 del 13.5.2020 - REGIME QUADRO SA.57021 (2020/N) approvato con Decisione C (2020) 3482 FINAL COVID 19, coerentemente con le disposizioni del "Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID-19", di cui alla Decisione C(2020)1863 ss.mm.ii - DGR n. 744 del 15/ 06 / 2020 “L.R. 20 del 3 giugno 2020. Approvazione criteri e modalità attuative generali per l’attuazione di misure urgenti per favorire liquidità nelle aziende agrituristiche e fattorie didattiche; nelle aziende lattiero casearie; nelle aziende florovivaistiche; nelle aziende che allevano bovini da carne con linea vacca-vitello; per interessi e oneri maturati nello svolgimento attività di promozione e informazione; nelle aziende vitivinicole con aiuti allo stoccaggio temporaneo dei vini di qualità e alla distillazione di vini non a denominazione di origine” DDS n. 174 del 26/06/2020 Misure urgenti per favorire la liquidità nelle aziende vitivinicole a seguito dell’emergenza epidemiologica COVID-19 attraverso un aiuto allo stoccaggio temporaneo dei vini di qualità.
Accertamento e contestazione di illeciti amministrativi in materia di AIA e di VIA L'ufficio, a seguito di verifica della documentazione o di sopralluoghi, accerta la violazione di prescrizioni/condizioni ambientali delle autorizzazioni AIA e dei provvedimenti di valutazione ambientale, accerta i trasgressori e gli obbligati in solido, redige i verbali di contestazione, li notifica ai medesimi e li invia all'ufficio competente per l' irrogazione delle sanzioni amministrative pecuniarie. L. 689/1981, L.R. 33/1998, D.Lgs. 152/2006 Parte II Titoli III e III bis, L.R. 3/2012, art. 20.
Accesso agli incentivi previsti dal FND (Fondo Nazionale Disabili) Accesso agli incentivi previsti dal Fondo Nazionale Disabili Art. 13 L. 68/99 e s.m.i.; L. n. 247/2007; art. 10 D.Lgs n. 151/15
Accesso ai documenti amministrativi Richiesta documenti e atti su istanza di parte Legge 241/90
Accesso ai documenti amministrativi Richiesta documenti e atti su istanza di parte Legge 241/90
Accesso ai documenti amministrativi Richiesta documenti e atti su istanza di parte Legge 241/90
Accesso ai documenti amministrativi Richiesta documenti e atti su istanza di parte Legge 241/90
Accesso ai documenti amministrativi Richiesta documenti e atti su istanza di parte Legge 241/90
Accesso civico Su istanza di parte, il responsabile dell'accesso civico procede alla pubblicazione nel sito del documento, dell'informazione o del dato richiesto e lo trasmette contestualmente al richiedente, ovvero comunica al medesimo l'avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a quanto richiesto. Se il documento, l'informazione o il dato richiesti risultano già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, l'amministrazione indica al richiedente il relativo collegamento ipertestuale. art.5 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n.33
Accesso Civico Generalizzato L’accesso civico generalizzato può esercitarsi per richiedere e ottenere dati e documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria. art. 5 comma 2, D.lgs. 33/2013. DGR 637/2017
Accesso Civico Generalizzato L’accesso civico generalizzato può esercitarsi per richiedere e ottenere dati e documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria. art. 5 comma 2, D.lgs. 33/2013. DGR 637/2017
Accesso Civico Generalizzato L’accesso civico generalizzato può esercitarsi per richiedere e ottenere dati e documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria. art. 5 comma 2, D.lgs. 33/2013. DGR 637/2017
Accesso Civico Generalizzato L’accesso civico generalizzato può esercitarsi per richiedere e ottenere dati e documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria. art. 5 comma 2, D.lgs. 33/2013. DGR 637/2017
Accesso Civico Generalizzato L’accesso civico generalizzato può esercitarsi per richiedere e ottenere dati e documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria. art. 5 comma 2, D.lgs. 33/2013. DGR 637/2017
Accesso civico generalizzato L'articolo 5 , comma 2, del decreto trasparenza (D.Lgs 14 marzo 2013, n. 33) prevede che "chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione…" Il procedimento consiste nell'istanza di accesso e rilascio della documentazione L. 190/2012; D. Lgs 33/2013; DGR n. 637/2017;
Accordi gestionali relativi alle strutture pubbliche e private residenziali e territoriali accreditate della Regione Marche definizione ed approvazione degli Accordi regionali con le strutture sanitarie e socio-sanitarie private accreditate della Regione Marche. D.Lgs. 502/92 e s.m.i., art. 8 quinquies. Legge regionale 21/2016
Accordo di Programma Mibact/Regione Marche per attività culturali zone sisma. Liquidazione contributi. Liquidazione dei contributi ai soggetti attuatori individuati annualmente con apposita Deliberazione della Giunta Regionale DM (Mibact) adottato nell’anno di riferimento. Deliberazione della Giunta Regionale per l’approvazione dell’accordo di programma relativo all’anno di riferimento e per l’individuazione dei soggetti attuatori
Accordo di Programma Mibact/Regione Marche per attività culturali zone sisma.Concessione contributi Concessione dei contributi ai soggetti attuatori individuati annualmente con apposita Deliberazione della Giunta Regionale DM (Mibact) adottato nell’anno di riferimento. Deliberazione della Giunta Regionale per l’approvazione dell’accordo di programma relativo all’anno di riferimento e per l’individuazione dei soggetti attuatori DGR 881/2018 DGR 829/2019 DGR 754/2020
Accreditamento delle strutture formative della Regione Marche Il procedimento prende il via con la richiesta di soggetti (enti privati, Istituzioni scolastiche, Università, ecc.) interessati ad ottenere l’accreditamento regionale ai fini dell’erogazione delle attività formative con risorse pubbliche e delle iniziative formative autorizzate dalle Province ai sensi della L.R. 16/90. Quando la documentazione si presenta completa viene emesso il provvedimento di accreditamento che ha validità biennale, nel caso di nuovi soggetti, ed ha validità triennale nel caso di soggetti che hanno già operato. DM MLPS 166/01- DGR 62/2001, DGR 2164/2001, DGR 1449/2003, DGR 1071/2005, DGR 868/2006, DGR 974/2008, DGR 1035/2010
Accreditamento delle strutture pubbliche e private residenziali e territoriali. Rilascio dell'accreditamento, su istanza, a soggetti autorizzati all'esercizio dell'attività sanitaria L.R. 21 del 30 settembre 2016 - L.R. n.7 del 14 marzo 2017

Pagina 1 di 36 per un totale di 710 tipologie di procedimento