Approvazione di varianti non essenziali ai progetti definitivi di infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale - “Legge obiettivo”


Descrizione
Ai sensi del d.lgs. n. 163/2006, art. 169 comma 4, il soggetto aggiudicatore (Quadrilatero SpA) informa il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, il Ministero dell’Ambiente (se l’intervento è soggetto a VIA) e la Regione delle varianti che intende approvare direttamente in quanto ritenute non essenziali poiché non assumono rilievo sotto l’aspetto localizzativo e progettuale e non richiedono nuovi finanziamenti. La Regione, nel termine perentorio di 45 giorni dalla data di ricezione del progetto, ha facoltà di rimettere l’approvazione della variante al CIPE. Decorso detto termine il soggetto aggiudicatore approva la variante. Ove la variante comporti variazione del piano particellare di esproprio, il progetto è nuovamente approvato dall’autorità espropriante ai fini della dichiarazione di pubblica utilità.
RiferimentiNormativi
Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n.163, articolo 169
Struttura responsabile dell'istruttoria
Urbanistica, Paesaggio ed informazioni territoriali
Struttura competente all'adozione del provvedimento finale
Giunta regionale
Recapiti del responsabile dell'istruttoria
Città: Ancona; Indirizzo:via Tiziano 44 ; Telefono: 0718063804 ; Sede: Palazzo Leopardi ; e-mail: paolo.storani@regione.marche.it PEC: regione.marchepaesaggioterritorio@emarche.it
Responsabili del procedimento
Nome Cognome
Paolo Storani
Soggetto sostituto in caso di inerzia
Nome e cognome:
Dirigente servizio Infrastrutture, trasporti ed energia, Arch. Nardo Goffi
Recapito:
Tel:0718067303 email: nardo.goffi@regione.marche.it
Link agli atti e documenti da allegare all'istanza (modulistica)
Modalità per richiesta informazioni da parte degli interessati

legge 241/90 e ss.mm.ii. Vedi: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Paesaggio-Territorio-Urbanistica/Urbanistica#2683_Conformità-urbanistica-opere-dello-Stato

Termine conclusione procedimento
45 giorni dal ricevimento dell’istanza salvo sospensione dei termini per richiesta atti integrativi.
Conclusione finale del procedimento con il silenzio-assenso/dichiarazione dell'interessato
Silenzio-assenso
Strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti all'interessato
Ricorso ordinario al TAR Marche. Ricorso straordinario al Capo dello Stato
Link al servizio se disponibile in rete
Modalità per effettuare i pagamenti alla Pubblica Amministrazione
Soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia
Dirigente servizio Infrastrutture, trasporti ed energia, Arch. Nardo Goffi
Data pubblicazione
26/02/2018 09:58:22

Torna alla lista