Approvazione dei progetti definitivi e varianti di infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale - “Legge obiettivo”


Descrizione
Ai sensi del D.lgs. n. 163/2006, art. 166 – art.169, comma 3, il soggetto aggiudicatore trasmette il progetto definitivo al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, al Ministero dell’Ambiente (se competente) alla Regione, agli Enti e alle Amministrazioni interessate. Le pubbliche Amministrazioni competenti e gli Enti gestori di servizi nel termine perentorio di 60 giorni dal ricevimento dei progetti possono presentare proposte di variazione dei progetti che non modifichino la localizzazione e le caratteristiche essenziali dell’opera e nel rispetto dei limiti di spesa e delle caratteristiche progettuali individuati in sede di progetto preliminare Il progetto definitivo è approvato dal CIPE, su proposta del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti; l’approvazione sostituisce ogni altra autorizzazione, approvazione e parere comunque denominato. Il decreto di esproprio può essere emanato entro 7 anni dalla data di efficacia della Delibera CIPE di approvazione. Le varianti rilevanti sotto l’aspetto localizzativo sono approvate con il consenso della Regione, sentiti i Comuni interessati dalle opere (art.169, comma 3)
RiferimentiNormativi
Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n.163, articoli 166, 167, 169 comma 5
Struttura responsabile dell'istruttoria
Urbanistica, Paesaggio ed informazioni territoriali
Struttura competente all'adozione del provvedimento finale
Recapiti del responsabile dell'istruttoria
Responsabili del procedimento
Nome Cognome
Paolo Storani
Soggetto sostituto in caso di inerzia
Nome e cognome:
Recapito:
Link agli atti e documenti da allegare all'istanza (modulistica)

-

Modalità per richiesta informazioni da parte degli interessati

-

Termine conclusione procedimento
60 giorni
Conclusione finale del procedimento con il silenzio-assenso/dichiarazione dell'interessato
Provvedimento espresso
Strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti all'interessato
Ricorso ordinario al TAR Marche. Ricorso straordinario al Capo dello Stato.
Link al servizio se disponibile in rete

-

Modalità per effettuare i pagamenti alla Pubblica Amministrazione

-

Soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia
Data pubblicazione
01/06/2017 14:37:28

Torna alla lista Avvia pratica