Ambiti Territoriali di Caccia – approvazione programma annuale delle Zone Ripopolamento e Cattura - Decentrato regionale di Ancona.


Descrizione
L'ATC ha compiti di gestione faunistica nel territorio di competenza. La gestione delle Zone Ripopolamento e Cattura è affidata all'Ambito Territoriale di Caccia sulla base di specifico piano di gestione faunistico-ambientale, approvato dalla Regione. Nella gestione gli Ambiti di Caccia possono avvalersi delle associazioni venatorie. Il soggetto gestore, entro il 31 marzo di ogni anno, presenta alla Regione un programma annuale delle attività corredato dalla relazione descrittiva dell'attività svolta nell'anno precedente. La Regione, entro trenta giorni dalla data di presentazione del programma, nel caso ravvisi difformità dallo specifico piano di gestione approvato con l'atto di concessione della zona o in base agli indirizzi del piano faunistico-venatorio regionale formula osservazioni alle quali deve attenersi il soggetto gestore. Qualora entro il predetto termine non vengano formulate osservazioni il programma deve essere ritenuto approvato.
RiferimentiNormativi
L.R. 5/01/1995 n. 7 art. 9
Struttura responsabile dell'istruttoria
Caccia e pesca nelle acque interne
Struttura competente all'adozione del provvedimento finale
Caccia e pesca nelle acque interne
Recapiti del responsabile dell'istruttoria
Palazzo Leopardi – Via Tiziano, 44 – 60125 Ancona Telefono: 0718063791 – Email: loredana.borraccini@regione.marche.it PEC: regione.marche.cacciaepesca@emarche.it
Responsabile del procedimento
Loredana Borraccini
Link agli atti e documenti da allegare all'istanza (modulistica)

-

Modalità per richiesta informazioni da parte degli interessati
Termine conclusione procedimento
30 gg ( decorrenti dal prot. di entrata dell’istanza. Sono fatte salve le ipotesi di sospensione/interruzione del procedimento.
Conclusione finale del procedimento con il silenzio-assenso/dichiarazione dell'interessato
Silenzio-assenso
Strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti all'interessato
Avverso il presente atto potrà essere proposto ricorso giurisdizionale al T.A.R. Marche entro 60 giorni dalla data in cui il presente atto è venuto a conoscenza degli interessati, oppure potrà essere proposto ricorso straordinario al Capo dello Stato, ai sensi del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199, entro 120 giorni dalla medesima data.
Link al servizio se disponibile in rete

-

Modalità per effettuare i pagamenti alla Pubblica Amministrazione

-

Soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia
RAIMONDO ORSETTI
Data pubblicazione
28/06/2017 13:26:27

Torna alla lista Avvia pratica